Il nostro giro alla scoperta della Thailandia del Nord ha inizio dal cuore dell’antico regno Lanna, oggi fulcro della Thailandia settentrionale: Chiang Mai.

Si tratta di una meta affascinante e molto turistica, che ha avuto un grande sviluppo da questo punto di vista negli ultimi decenni grazie alle mille opportunità che è in grado di offrire. Dal trekking ad attività più avventurose, come il rafting e le arrampicate, fino alle riserve che accolgono gli elefanti e che consentono ai turisti di stare a stretto contatto con questi dolcissimi animali, lavarli, nutrirli….

I TEMPLI DI CHIANG MAI: IL TESORO DEI SOVRANI LANNA

Naturalmente nulla di tutto ciò mi ha fatto amare Chiang Mai, ciò che mi ha fatto letteralmente adorare questa città sono stati invece i tantissimi, particolari e variopinti templi che sorgono nel centro cittadino. Dono lasciatoci dai sovrani Lanna che hanno governato Chiang Mai dal tredicesimo al diciannovesimo secolo.
Si tratta della Città Vecchia che, cinta da mura in parte ancora esistenti e delimitata da un canale, ospita al suo interno una moltitudine di questi tesori.

2 TEMPLI FUORI DALLA CITTÀ VECCHIA

Oggi voglio però portarvi fuori dalla Città Vecchia, nella Chiang Mai meno battuta dal turismo occidentale. Qui abbiamo trovato Wat (templi) davvero meravigliosi, a mio parere ancor più emozionanti e caratteristici di quelli della Cittá Vecchia.
Si tratta di templi che riescono a catapultarti in un’ altra dimensione, come se qualcuno ti prendesse per mano e ti portasse in un’oasi di pace e serenità. Sarà che si tratta di templi immersi nella natura…. ma la tranquillità che si respira in questi luoghi, per fortuna davvero poco turistici,  non è facile da ritrovare altrove…. Purtroppo sono templi che trovano poco spazio nelle guide ma che meritano veramente di essere vissuti.

WAT JET YOT – ZONA NORD DI CHIANG MAI

Primo tra tutti, nella zona nord di Chiang Mai, il Wat Jet Yot (o Wat Chet Yot). Si tratta di un tempio buddhista costruito nel 1455 a imitazione del Mahabodhi Hall, in India, per ospitare l’ottavo sinodo buddhista. Alle spalle del bellissimo tempio principale, in mezzo a prati verdi e alberi secolari, sorgono le rovine di altri tre templi più antichi…

Sarà che questo luogo aveva sapore di Cambogia e mi ha riportato alle sensazioni vissute ad Angkor Wat, ma merita assolutamente una sosta.

WAT U MONG – ZONA OVEST DI CHIANG MAI

Sosta obbligata anche al Wat U Mong, che si trova a ovest della Cittá Vecchia.
Si tratta di un tempio Immerso nella foresta, molto più appartato e raccolto rispetto al Wat Jed Yot. Percorrendo una delle varie stradelle che si diramano tra gli alberi, si arriva ad una scalinata in pietra. Una volta in cima, si apre davanti a noi una spianata e dietro una collina, su un lato della quale, tra gli alberi svetta un imponente Chedi (i Chedi sono monumenti a cupola che derivano dagli Stupa indiani).

Unica strada per raggiungerlo è percorrere delle gallerie in mattoni, scavate proprio nella collina sulla cui cima è stato costruito il Chedi. Queste gallerie, che all’epoca dell’edificazione del complesso (siamo alla fine del 1300) portavano alle grotte dove vivevano gli asceti, sono oggi il tratto caratteristico del Wat U Mong. Il complesso è tutt’ora abitato da un gruppo di monaci, che tengono anche corsi di meditazione in inglese.

.Ho voluto iniziare appositamente dai più bei templi della zona meno conosciuta di Chiang Mai…. ma vi porteremo anche nella Chiang Mai più nota, quella della Città Vecchia e del Doi Suthep…. quindi al prossimo post!

Author

Nella vita lavoro in un istituto di credito ma la mia vera passione è viaggiare. Soffro di mal d'Asia, amo la parte orientale del mondo e sono una visitatrice compulsiva di Chiese. Qui racconto le emozioni dei miei viaggi, quelle che mi fanno sorridere ogni giorno.

Write A Comment