Oggi vi portiamo in un bellissimo borgo toscano, tra Firenze e Siena: Certaldo. Località famosa per avere dato i natali a Giovanni Boccaccio, che qui visse parte della sua vita e morì.

Il borgo antico, quello capace di farci respirare un’aria diversa e di farci dimenticare del solito tran tran cittadino, si trova sulla sommità di un colle, luogo strategico tipicamente occupato da tutti i borghi medievali. Dal XIV secolo si è invece sviluppata, ai piedi dell’antica cittadella fortificata, la Certaldo nuova, che oggi appare come una normale cittadina moderna.

Certaldo cosa vedere

LA SALITA A CERTALDO ALTA CON LA FUNICOLARE

Decidiamo di non salire al borgo per la strada normale, ma attraverso un “ascensore” che si è rivelato essere una funicolare davvero suggestiva (… una volta tanto il mio essere pelandrona ha premiato!!).

La Certaldo alta ha uno sviluppo allungato, passeggiando per il borgo non si può non notare una delle sue particolarità: l’assenza della tipica piazza principale, cuore della maggior parte dei borghi medievali italiani; a Certaldo tutto ruotava intorno alla strada principale, dove si affacciano ancora oggi gli antichi palazzi di interesse storico.

COSA VEDERE A CERTALDO

  • la casa del Boccaccio, ricostruita dopo che una bomba, durante la seconda Guerra Mondiale, la distrusse completamente… oggi ospita il Museo dedicato proprio al Poeta e scrittore toscano e ne potete sapere di più cliccando qui.
    È possibile salire in cima alla torre per godere del panorama del borgo dall’alto.
  • la Chiesa dei Santi Jacopo e Filippo, al centro della quale si trova la tomba del Boccaccio.
  • il Palazzo Pretorio: il più suggestivo dell’antico borgo, che troneggia al termine della via principale.

IL PALAZZO GOVERNATIVO DI CERTALDO: VISITA ALL’INTERNO

Edificato nel XII secolo, fu successivamente ampliato e divenne sede del Vicariato della Repubblica di Firenze: sull’imponente facciata e all’interno, nell’atrio del palazzo, si trovano gli stemmi rappresentativi delle famiglie di appartenenza di ogni vicario che ha governato Certaldo e vissuto in questo palazzo.

Il Vicario era incaricato di rappresentare lo stato fiorentino, governare per suo conto e amministrare la giustizia: all’interno del palazzo pretorio è possibile visitare infatti le antiche prigioni (…. tranne quando siamo andati noi! La visita alle prigioni non era possibile quel giorno…. Purtroppo quindi non so dirvi di più!)

Di recente ho letto che è aperto ai visitatori l’accesso alla Torre dell’orologio… noi siamo andati qualche mese fa e questa possibilità non era data…
Ripensandoci, dato che la vista della campagna toscana dall’alto è sempre uno spettacolo che merita… abbiamo una scusa per tornare a fare un giro nella deliziosa Certaldo!

COSA VEDERE VICINO A CERTALDO

Un’idea per un weekend fuori porta nella campagna toscana può comprendere, oltre alla visita di questo borgo, anche Monteriggioni, altra splendida località a sola mezz’ora d’auto da qui. L’ho visitato e ne parlo qui se avete voglia di saperne di più.

Siamo a metà strada tra Siena e Firenze. Se per la seconda forse poche ore sarebbero poche, Siena potrebbe essere un’ottima idea per continuare il tour di questa parte di Toscana. Inoltre il Duomo, oltre alla rinomata Piazza del Campo, è davvero splendido.

Recandosi verso sud ci si avvicina anche alla splendida e rinomata San Gimignano, una città medievale di torri e mura antiche.

Certaldo cosa mangiare

Come per Monteriggioni, anche a Certaldo il borgo è piuttosto piccolo: un paio d’ore sono più che sufficienti per girarlo…. esclusa ovviamente la sosta di rito per rifocillarsi con qualche piatto tipico, consiglio pici o ribollita accompagnati da un buon Chianti!

Author

Nella vita lavoro in un istituto di credito ma la mia vera passione è viaggiare. Soffro di mal d'Asia, amo la parte orientale del mondo e sono una visitatrice compulsiva di Chiese. Qui racconto le emozioni dei miei viaggi, quelle che mi fanno sorridere ogni giorno.

Write A Comment